Dieci anni fa, la prima pietra di Calciopoli: chi sceglie l'oblio, chi non dimentica