La Coppa dei rimpianti, ma anche di una certezza: ora non ci si può più nascondere