La gestione della paura, questo fa della Juventus il predatore Alfa