Juve, con il Bayern una notte ambigua: vincere per la gloria e per il fatturato