Atalanta-Juventus, l'analisi tattica: bianconeri più forti anche del "catenaccio"