Due partite col “fattore B”