Mente, cuore e freddezza: vince il possesso palla "concreto" della Juve