Carpi-Juve, l'analisi tattica: duelli e sovrapposizioni, e la Signora va al Max