Juve-Fiorentina, l'analisi tattica - Allegri benedice la fascia sinistra e il cinismo delle sue punte