Juve, è la parte finale che fa la differenza: il rebus dell'attacco